Venerdì di Quaresima

“meditando e pregando davanti alla croce”

Come già sapete nella liturgia ambrosiana il venerdì è giorno dedicato alla contemplazione del mistero della Croce… la “Via Crucis”. Possiamo viverla anche in casa: vi offro un video che può aiutarci a pregare davanti alla croce: la riflessione è fatta con alcuni dipinti di S. Koeder.

Vi ricordo poi questa sera alle 21.00 la Via Crucis presieduta dall’Arcivescovo in duomo.

“Celebriamo la settimana autentica”

(la settimana santa – 5-12 aprile)

Indicazioni dall’Arcivescovo

Sussidio della diocesi per la settimana santa pensato in due modalidtà: famiglie con bambini e famiglie con ragazzi.

“Ho desiderato ardentemente celebrare la Pasqua con voi..”

La Pasqua verrà… anche quest’anno perchè è un desiderio che Gesù ha espresso, anche se avrà un andamento diverso. Non ci raduneremo in assemblea, come sempre per la Pasqua, anche se abbiamo nel cuore quella “voglia di comunità” e quel desiderio di celebrare insieme l’Eucaristia domenicale di cui ne avvertiamo la mancanza.

Siamo invitati in questi giorni particolari a celebrare il Triduo Pasquale con il nostro Arcivescovo e in un clima di “chiesa domestica”.
L’Arcivescovo Mons. Mario Delpini invita allora le famiglie, i genitori dei ragazzi a questa responsabilità: celebrare in casa con la propria famiglia i riti della Settimana Santa. E’ la “chiesa domestica” che si raduna per celebrare la propria fede!

E per favorire la partecipazione faremo avere qualche sussidio che ci permetterà di vivere le celebrazioni. Ogni famiglia decida di fermare le proprie attività domestiche per partecipare alle celebrazioni.

Come partecipare alle celebrazioni??

  • In diretta su Chiesa Tv (can. 195 digitale terrestre)
  • www.chiesadimilano.it
  • Youtube  chiesadimilano.it
  • Radio Mater e Radio Marconi

Questi i momenti celebrativi dell’ ARCIVESCOVO M. DELPINI:

  • Domenica delle Palme – 5 aprile – ore 11.00
  • S. Messa nella “Cena del Signore” – 9 aprile  –  ore 17.30
  • Celebrazione della Passione e Morte di Gesù – 10 aprile – ore 15.00
  • Veglia Pasquale – 11 aprile – ore 21.00
  • Pasqua di Resurrezione – 12 aprile – ore 11.00

Alcune indicazioni:

  • La “Veglia in Tradyitio Simboly”, per i giovani, in programma sabato 4 aprile in duomo è rimandata a dopo l’emergenza. Ai giovani sarà mandato il testo del messaggio del Papa per la Giornata Mondiale della Gioventù: “Giovane, dico a te, alzati”. Sia occasione di riflessione e di preghiera.
  • Le chiese rimarranno aperte.
  • Non si organizzeranno momenti comuni (come la via Crucis, adorazioni della Croce ecc…)
  • Il Venerdì Santo sarà esposta in chiesa la croce: si eviterà il bacio della Croce!
  • Sono rimandate le celebrazioni delle 1^ comunioni in data poi da definirsi dopo l’emergenza.

Visita e Comunione ai malati

  • Sono sospese a dopo l’emergenza… Come ci sta insegnando Papa Francesco nella S. Messa del mattino (ore 7.00 – trasmessa su Rai 1)  siamo invitati alla “Comunione spirituale”

IN PAROCCHIA

  • Le celebrazioni saranno in forma privata, senza la presenza dei fedeli
  • Sarà trasmessa la celebrazione della domenica della Palme (domenica aprile, ore 10.00) e la Pasqua di Resurrezione (domenica 12 aprile, ore 10.00)
  • Ore 12.15 – ogni giorno della settimana Santa –  Recita dell’Angelus prima del pranzo
    Ore 19.00 – Introduzione ai riti del Triduo Pasquale: Sabato 4 / Mercoledì 8 / Giovedì 9 / Venerdì 10 e Sabato 11 aprile (canale Youtube parrocchia san Giuseppe)

Preghiera dell’Angelus Domini

XXXV Giornata Mondiale della Gioventù 2020

“Giovane, dico a te, alzati!” (cfr Lc 7,14)Messaggio di papa Francesco Scarica pdf Carissimi giovani, nell’ottobre 2018, con il Sinodo dei Vescovi sul tema I giovani, la fede e il discernimento vocazionale, la Chiesa ha intrapreso un processo di riflessione sulla vostra condizione nel mondo di oggi, sulla vostra ricerca di un senso e un progetto nella vita, sul vostro rapporto con Dio. Nel gennaio 2019, ho incontrato centinaia di migliaia di vostri coetanei di tutto il mondo, radunati a Panamá per la Giornata Mondiale della Gioventù. Eventi di questo tipo – Sinodo e GMG – esprimono una dimensione essenziale della Chiesa: il “camminare insieme”. In questo cammino, ogni volta che raggiungiamo una pietra miliare importante, siamo sfidati da Dio e dalla vita stessa a ripartire. Voi giovani siete esperti in questo! Amate viaggiare, confrontarvi con luoghi e volti mai visti prima, vivere esperienze nuove. Perciò ho scelto come meta del vostro prossimo pellegrinaggio intercontinentale, …

Coronavirus, nasce il “Fondo san Giuseppe” per aiutare chi perde il lavoro a causa dell’epidemia

Istituito dalla Diocesi, in collaborazione con il Comune di Milano, parte con una dotazione di 4 milioni di euro. Delpini: «Restiamo prossimi ai più deboli». Sala: «Resistere oggi per ripartire al più Un aiuto per sostenere coloro che perdono il lavoro, a causa del Coronavirus; un modo per non farli sentire soli in un momento di grande difficoltà. Sarà questa la missione del “Fondo San Giuseppe”, istituito dalla Diocesi di Milano in collaborazione con il Comune di Milano. «Abbiamo deciso di creare un fondo speciale per esprimere la nostra prossimità e offrire un pronto soccorso a coloro che a causa della epidemia in atto non hanno alcuna forma di sostentamento – spiega l’Arcivescovo -. Lo chiameremo “Fondo san Giuseppe – per la prossimità nell’emergenza lavoro”, affidando il suo funzionamento alla rete dei distretti del Fondo Famiglia Lavoro attualmente in attività, riprendendo le modalità stabilite per la prima fase del Fondo. …

In chiesa parrocchiale trovate qualche sussidio

“Lo sguardo che rinnova”: testo a schede per la preghiera dei ragazzi (elem/medie). E’ un testo che parte da un dipinto di Caravaggio: la chiamata di Matteo Trovate anche il salvadanaioUtile per raccogliere il frutto del nostro digiuno a favore di uno studente africano. (abbiamo presentato per l’ Avvento questa iniziativa.) “La Via Crucis”Nei “venerdì di quaresima” si è soliti adorare la croce di Gesù. Ogni venerdì trovate uno schema semplice per pregare davanti alla Croce di Gesù. (qui la “Via Crucis” per i ragazzi: ogni venerdì la proposta di un testo. Lo trovate anche in chiesa) Anche per gli adulti: Un testo per la preghiera quotidiana.. La busta per l’offerta quaresimale (a favore del progetto della diocesi per Haiti.) Testi con la “Via Crucis” per l’adorazione dei venerdì

Un invito a tutte le famiglie alla preghiera

Alle ore 20.45 – dal 12 marzo, ogni giorno: suoneranno le campane delle nostre 7 chiese decanali per invitare tutti ad una preghiera in casa (un’Ave Maria, oppure una decina del Rosario, oppure la recita della preghiera) per invocare il Signore e Maria sua Madre di assistere, consolare e aiutarci in questo momento di difficoltà. Il suono delle campane è nato originariamente anche per richiamare alla preghiera i cristiani restando dove ci si trova… in casa… sul lavoro… nei campi… (vedi dipinto di Jean Francois Millet, definito anche il pittore dei contadini della vita dei campi. Dipinge l’Angelus, quadro nato da un ricordo d’infanzia. Scrive il pittore “l’Angelus è un quadro che ho dipinto ricordando i tempi in cui lavoravo nei campi e mia nonna ogni volta che sentiva il rintocco della campana ci faceva smettere per recitare l’Angelus in memoria dei poveri defunti“).

S. MESSA FERIALE sul portale della Diocesi

(www.Chiesadimilano.it) Il Portale della Diocesi trasmette in diretta ogni giorno, da lunedì a giovedì, a partire dalle ore 8 la Celebrazione eucaristica dal Duomo di Milano. OGNI VENERDI’ di Quaresima, dalle 17.15, sempre in diretta dal Duomo, Vespri e Lectio sul Cantico dei Cantici e benedizione con la Reliquia della Santa Croce. Venerdì 20 marzo ore 21.00 Via Crucis con l’Arcivescovo in diretta tv, radio e web

Un tempo senza Eucaristia

Da un paio di settimane circa siamo costretti a rinunciare alla celebrazione eucaristica domenicale e feriale, per alcuni…  e Dio sa quanto ancora dovremo convivere con questa situazione. Questo digiuno rafforza in noi il desiderio del pane (la sua Parola e il dono della sua vita): ma tutto questo potrebbe anche avere qualche risvolto positivo.  Si potrà santificare il “giorno del Signore” con la preghiera in famiglia: i genitori dovranno riscoprire il loro ruolo di ministri della preghiera (spesso delegata al solo sacerdote nella S. Messa domenicale).  La S. Messa non ci esonera dalla necessità di una famiglia che si sente piccola chiesa domestica; e quindi sa vivere la domenica nella preghiera, nei rapporti familiari più intensi, nella possibilità di un dialogo più frequente e fecondo. Viene in mente la figura di Charles De Foucauld: diventato sacerdote nel deserto algerino dovette scegliere se restare tra i Tuareg del deserto (e …

Back to Top