LA PARROCCHIA

Festa Patronale San Giuseppe

Qualche momento celebrativo nella festa di S. Giuseppe lavoratore e patrono della nostra comunità parrocchiale: quella che era la “sagra di S. Giuseppe” ora un po’ ridotta per la situazione che noi tutti conosciamo.  Vivremo però qualche momento di questa ricorrenza.

  • Ci ritroveremo per le celebrazioni liturgiche, in particolare di domenica 9 maggio.. In questa occasione alcuni ragazzi faranno la loro 1^ comunione (rimandata a suo tempo per ragioni di contagio)
  • Nel pomeriggio, un momento riservato ai papà per una breve benedizione (chiesa parrocchiale, ovviamente accompagnati dai loro figli e spose.. ore 16.30)
  • La vigilia, cioè sabato 8 maggio, nella chiesa parrocchiale alle ore 20.45 una riflessione sulla sacra famiglia (“Maria e Giuseppe”). Ci verrà proposta da Angelo Franchini..
  • Infine ai ragazzi proponiamo di dedicare ai propri papà un po’ di attenzione (anche se in questo periodo si celebra la festa della mamma..):  sarà distribuito un foglio-disegno per ‘un disegno’..  una poesia.. una rappresentazione della loro papà..  (invitiamo poi, per chi volesse a consegnarlo)


Caritas Parrocchiale
Quaresima di fraternità


Professione di fede

E’ il momento della Professione di Fede dei Quattordicenni delle nostre in Cologno Monzese..
Quale il signifcato del gesto? Questi di ragazzi si impegneranno ad intraprendere un cammino da protagonisti nella Chiesa e nella comunità… assumendosi degli impegni concreti a servizio degli altri.

DOMENICA 23 maggio festa di Pentecoste, nella chiesa parrocchiale di S. Marco durante la S. Messa, i ragazzi di 3^ media che si sono preparati a questo momento seguendo il cammino PreAdo, daranno testimonianza della loro fede davanti a tutta la comunità.

A loro si uniranno anche i ragazzi/e di 1^ superiore che lo desiderano: lo scorso anno non si è potuto celebrare il rito della professione di fede per la situazione pandemica. I ragazzi/e che sono interessati a vivere questo gesto e a impegnarsi prendano contati con l’oratorio.

Domenica prossima 25 aprile durante la S. Messa delle ore 10.30 faranno l’iscrizione, cioè daranno la loro adesione a questa scelta.


Tempo Pasquale

Un periodo di 50 giorni, quasi un giornata pasquale prolungata che si conclu-de nella domenica di Pentecoste, dove si celebra il dono dello Spirito santo sui discepoli. Le diverse domeniche ci proporranno una comunità impegnata a proporre l’annuncio della Risurrezione di Gesù. La Chiesa celebra il cuore della propria fede: “Gioia mia, Cristo è risorto”.. così si esprimeva un monaco, Serafino di Sarov. Saperlo risorto, vivo, coinvolge la mia vita, la vita di chi gli appartiene. Un annuncio che però non esclude sofferenze e patimenti: ci incontreremo con una comunità gioiosa ma anche in sofferenza per le persecuzioni dovute all’annuncio del vangelo. Nelle città vistate da Paolo la censura del vangelo lo ha sempre accompagnato: la verità di Cristo e del suo vangelo mette in luce le nostre scelte sbagliate e genera opposizione e voglia di esclusione di una parola scomoda.

Appuntamenti significativi di questo tempo pasquale:

  1. Sabato 8 maggio: i ragazzi del gruppo Emmaus celebreranno la 1^ confessione, divisi in due gruppi.
  2. Domenica 9 maggio: celebreremo la S. Messa (ore 10.30) con la presenza di alcuni ragazzi che avevano rimandato la 1^ comunione per via della pandemia.
  3. Domenica 30 maggio – ore 18.30: Mons. Vincenzo Di Mauro conferirà la S. Cresima ai ragazzi/e che l’avevano rimandata sempre per la pandemia.
  4. Domenica 23 maggio – festa di Pentecoste: Professione di fede dei ragazzi/e di 3^ media e di 1^ superiore. Ci sarà un’iscrizione (cioè un’adesione dei giovani durante la S. Messa di domenica 25 aprile) e poi la professione di fede insieme nella parrocchia di S. Marco .
    I ragazzi/e interessati a questo passaggio importante prendano accordi in oratorio.

IN PRIMO PIANO



Conferenza Episcopale Lombarda

GRATITUDINE E IMPEGNO
Lettera dei Vescovi lombardi alle Comunità cristiane
in occasione della Giornata nazionale del Sovvenire
Abbiamo vissuto mesi difficili. Molte famiglie sono state provate da sofferenze e lutti.
Anche diverse Comunità cristiane hanno perso i propri sacerdoti a causa del Coronavirus che ha
lasciato cicatrici dolorose nelle persone e nelle comunità.
È in questo contesto che si colloca, il prossimo 2 maggio, l’annuale Giornata nazionale del
«Sovvenire»


Altre notizie

Back to Top